Tu sei qui: Home News 2017 luglio Scienze della formazione primaria: ammissione a.a. 2017/18
Scienze della formazione primaria: ammissione a.a. 2017/18 News    

Scienze della formazione primaria: ammissione a.a. 2017/18

Per il prossimo anno accademico 2017/2018 sono 6399 i posti disponibili per le immatricolazioni al corso di laurea magistrale in Scienze della formazione primaria per l'insegnamento nella scuola dell'infanzia e primaria. Resi noti contenuti e modalità della prova di ammissione, che si svolgerà il 15 settembre.

Il decreto 28 giugno 2017 n. 475 dispiega modalità e contenuti delle prove di ammissione ai corsi di laurea magistrale in Scienze della Formazione Primaria a.a. 2017/18.

La prova, predisposta da ciascuna Università, consiste nella soluzione, in un tempo di 150 minuti, di ottanta (80) quesiti con quattro opzioni di risposta, tra le quali il candidato deve individuare quella corretta, sui seguenti argomenti:

  • Competenza linguistica e ragionamento logico (40 quesiti);
  • Cultura letteraria, storico-sociale e geografica (20 quesiti);
  • Cultura matematico-scientifica (20 quesiti).

Per la valutazione della prova è assegnato 1 punto per ogni risposta esatta, 0 punti per ogni risposta omessa o errata. La votazione è integrata in caso di possesso di una Certificazione di competenza linguistica in lingua inglese, di almeno Livello B1 del "Quadro comune Europeo di riferimento per le lingue", rilasciata da Enti Certificatori riconosciuti.

La graduatoria degli aspiranti all'ammissione al corso di laurea magistrale è costituita dai candidati che hanno conseguito, nella prova di accesso, un punteggio non inferiore a 55/80.

Ciascuna Università emana il relativo bando, che indica il numero dei posti disponibili, le disposizioni per la trasparenza e le modalità di svolgimento della prova.

I candidati con diagnosi di disturbi specifici di apprendimento (DSA) devono presentare idonea certificazione rilasciata da non più di 3 anni da strutture del SSN o da strutture e specialisti accreditati dallo stesso. A tali candidati è concesso un tempo aggiuntivo pari al 30%. I candidati con disabilità o con DSA residenti in paesi esteri, che intendano usufruire delle misure previste, devono presentare la certificazione attestante lo stato di disabilità o di DSA rilasciata nel paese di residenza, accompagnata da una traduzione giurata in lingua italiana o in lingua inglese.

La prova di ammissione si svolge presso ciascuna sede universitaria il giorno 15 settembre 2017 alle ore 11:00.

I posti disponibili per le immatricolazioni destinati ai candidati comunitari e non comunitari residenti in Italia sono ripartiti tra le Università secondo la tabella allegata al suddetto decreto.

    05/07/2017 09:25