Tu sei qui: Home News 2019 aprile Esame di Stato I ciclo a.s. 2018/19
Esame di Stato I ciclo a.s. 2018/19 News    

Esame di Stato I ciclo a.s. 2018/19

Pubblicate da parte del Miur le indicazioni in merito allo svolgimento dell'esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione e alla certificazione delle competenze da rilasciare al termine della quinta classe di scuola primaria e della terza classe di scuola secondaria di primo grado.

Con nota 4 aprile 2019 prot. n. 5772 si ricorda che la commissione d'esame, articolata in sottocommissioni per ciascuna classe terza, è composta dai docenti del consiglio di classe. Per ogni istituzione scolastica svolge le funzioni di Presidente il dirigente scolastico. In caso di assenza o impedimento o reggenza del dirigente scolastico, le funzioni di presidente della commissione sono assegnate ad un docente collaboratore non necessariamente di ruolo nella scuola secondaria di primo grado.

La commissione d'esame, in sede di riunione preliminare, individua gli eventuali strumenti che tutti gli alunni possono utilizzare per le prove scritte.

Per gli alunni con disabilità certificata e con disturbo specifico dell'apprendimento certificato possono essere utilizzati specifici strumenti compensativi o misure dispensative qualora già presenti rispettivamente nel PEI e nel PDP.

Per gli alunni con bisogni educativi speciali in possesso di una certificazione clinica possono essere utilizzati strumenti compensativi qualora sia stato redatto un PDP che ne preveda l'utilizzo.

Anche per quanto riguarda le prove Invalsi per gli alunni con disabilità il consiglio di classe può prevedere strumenti compensativi e/o misure dispensative e, ove non fossero sufficienti, predisporre specifici adattamenti della prova – che sarà esclusivamente cartacea – ovvero l'esonero da una o più prove.

Per gli alunni con DSA sono previsti strumenti compensativi, se indicati nel PDP e abitualmente utilizzati nel percorso scolastico. Se la certificazione di disturbo specifico di apprendimento prevede la dispensa dalla prova scritta relativa alle lingue straniere, ovvero l'esonero dall'insegnamento delle lingue straniere, la prova INVALSI di lingua inglese non sarà sostenuta.

Gli alunni dispensati da una o più prove INVALSI, o che sostengono una o più prove differenziate in forma cartacea, non riceveranno la relativa certificazione delle competenze. Sarà cura del consiglio di classe integrare, in sede di scrutinio finale, la certificazione delle competenze rilasciata dalla scuola con puntuali elementi di informazione.

Gli alunni con bisogni educativi speciali (BES) in possesso di una certificazione clinica svolgono le prove INVALSI CBT con la possibilità di avvalersi di strumenti compensativi, qualora siano stati indicati nel PDP ed effettivamente utilizzati in corso d'anno.

In attesa della ridefinizione del profilo dello studente come individuato dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo di istruzione, in coerenza con le nuove competenze chiave europee del 2018, le istituzioni scolastiche utilizzeranno anche per il corrente anno scolastico i modelli di certificazione allegati al decreto ministeriale n. 742/2017.

    05/04/2019 10:48