Cerca in Catalogo

Ultimi libri pubblicati

Temi e problemi della pedagogia contemporanea

Raccolta di saggi organizzati in 3 sezioni: pedagogia e scienze dell’uomo; metodologia e didattica; le tematiche emergenti. Ogni saggio è preceduto da una introduzione ed è seguito da una breve nota sull’autore.

Saggi di: L. Acciaroli, N. Cuomo, F.M. De Sanctis, S. Di Carlo, G. Domenici, N. Filograsso, A. Granese, T. Husèn, M. Laeng, R. La porta, M. Muzi, P. Orefice, A. Porcheddu, T. Russo Agrusti, C. Scaglioso, B. Suchodoloski, M. Tiriticco, B. Vertecchi, C. Volpi.

Le didattiche

Il volume è dedicato allo sviluppo delle didattiche. Per molti la pedagogia è tutta qui. Certamente non è così, ma non si può negare che qui si misura quanto la riflessione pedagogica riesca a esplorare i processi di sviluppo e quelli di apprendimento in rapporto alle attese sempre più esigenti della società.

Le idee

Il volume considera il rapporto di coesistenza e spesso di convergenza tra filosofia e scienza dell'educazione, sotto l'usbergo del concetto polisemico di pedagogia. È un tentativo non più rinviabile, di trovare i mille fili che legano la riflessione sull'uomo al massimo livello con le ricerche fattuali ed empiriche, ed insieme con l'indagine osservativa e sperimentale.

Il ciclo di gestione del rischio corruzione nella scuola

Scuole si specializzazione per l'insegnamento nelle scuole secondarie (S.S.I.S.)

Questo lavoro vuole porsi come valido supporto a quanti aspirano a frequentare le scuole di specializzazione universitarie percorso indispensabile, nell'attuale normativa, per il conseguimento dell'abilitazione nelle classi di concorso della tabella “A”, per l’insegnamento nelle scuole secondarie in lingua italiana (S.S.I.S.). In un compendio, tanto semplice quanto completo, viene indicata tutta la normativa attualmente vigente in materia di  accesso alle S.S.I.S. con indicazione dei titoli e dei punteggi valutabili e delle  prove selettive da superare con indicazione dei  programmi di esame sui quali le stesse vertono. Vengono altresì indicate tutte le lauree quadriennali e specialistiche con relativi piani di studio nei diversi settori scientifico-disciplinari. Il lavoro si completa con l'indicazione delle modalità, per l'inserimento nelle graduatorie permanenti.

Il curricolo di base

Sia che si auspichi una migliore continuità tra scuola elementare e scuola media, sia che si osservi l'impetuoso fenomeno degli istituti comprensivi, sia che si proponga una nuova scuola di base che integri in una unica struttura i precedenti distinti gradi scolastici, il tema del curricolo verticale fa da sfondo a tutte le ipotesi che oggi sono in discussione per pensare al futuro della nostra scuola.
Un team qualificato di studiosi, operatori scolastici ed esperti presenta, analizza e commenta i risultati della elaborazione sulle singole discipline cui è pervenuta la Commissione di Tullio De Mauro. Si tratta di materiali di documentazione e di lavoro indispensabili per chi sarà chiamato ad esprimere un parere sulle caratteristiche della riforma dei curricoli e dei cicli.

Nel bosco di Chirone

La ricerca didattica nel nostro paese, dopo un lungo periodo di marginalità e di oblio, a cui era stata condannata dall’egemonia idealistica, attraversa, da qualche tempo, una fase di sviluppo ricca di riflessioni ed elaborazioni originali. Oggi essa propone un ripensamento ed una rifondazione della propria identità per offrire un sapere indispensabile alla crescita della qualità della scuola e al rinnovamento della cultura pedagogica.

Dalla scuola primaria alla scuola di base

La scuola si dimostra sempre più un cantiere aperto in cui si susseguono interventi di riforma, progetti, soluzioni innovative. Si vuole realizzare una inedita scuola di base, unitaria, di durata settennale, con un coerente curricolo verticale; un ciclo “lungo” che supera le attuali distinzioni tra i gradi scolastici e propone la coesistenza e l'integrazione tra maestri elementari e professori di scuola media. Le quattro parti in cui si articola il testo (I - Il nuovo progetto culturale; II - La scuola primaria cambia; III - Gli strumenti della professione; IV - Le grandi scelte) offrono le chiavi interpretative per ritrovare il senso autentico di queste innovazioni.

Capire e farsi capire

Nelle società democratiche e complesse dal punto di vista organizzativo e produttivo, è efficace la comunicazione che raggiunge destinatari e obiettivi. Scopo del volume è rendere espliciti i percorsi, teorici e pratici, che hanno consentito, sulla base di  numerose esperienze di scrittura e riscrittura di testi di vario tipo (scolastici, giornalistici, sindacali, amministrativi) di definire alcuni criteri di scrittura controllata.In considerazione delle molteplici situazioni comunicative, le mete da raggiungere per Capire e farsi capire sono essenzialmente: brevità, chiarezza e precisione.

Il volume non è disponibile.

Bruner nell'educazione postindustriale

Bruner, dopo un ventennio di silenzio, è tornato nella cultura pedagogica italiana, ispirando la concezione dell’educazione di base, le procedure metodologiche-didattiche e la formulazione degli Orientamenti e Programmi elementari e medi. Il libro costruisce un’analisi rigorosa con il contributo diretto del Bruner.