Fuori collana

Atlante della pedagogia

Nel corso dei tempi, la pedagogia è stata dapprima un genere letterario, poi un complesso di studi storici, di riflessioni filosofiche, di indagini scientifiche, di abilità didattiche e di tecnologie. Oggi la riflessione epistemologica cerca di dirimere i problemi della convergenza teoretica e operativa di tanti apporti differenziati eppure tendenti a risultati comuni. A ciò si aggiunga che i processi educativi e formativi sono ormai un fatto diffuso su scala mondiale: i paesi sviluppati vi giocano in parte il loro destino, non meno di quelli in via di sviluppo. I sistemi scolastici sono imponenti e costosi; un terzo dell’umanità ha a che fare con essi. Ma la scuola non è tutto; altri processi formativi investono il mondo dell’informazione. Non a caso si parla sempre più spesso di educazione “permanente” come di un processo che dura per tutta la vita. È dunque importante fare il punto sullo stato della pedagogia e delle discipline associate, non solo nel tempo ma nello spazio. La collaborazione di cinquanta docenti universitari coordinati dal compianto Mauro Laeng fanno dell’opera uno strumento di informazione e aggiornamento.