Tecnodid - Provvisoria chiusura degli uffici

Tecnodid srl comunica la provvisoria sospensione delle attività d’ufficio, nel rispetto delle ultime direttive governative in tema di Coronavirus. Potrai continuare a seguire i nostri aggiornamenti online sulle novità normative del comparto scuola.
Restano attivi i nostri indirizzi email: info@tecnodid.it e ordini@tecnodid.it.

IperTesto Unico IperTesto Unico
03/02/2020

Formazione e nuove tecnologie

Mariella Spinosi

Il terzo asse della professionalità docente

Le indagini sullo sviluppo professionale passano attraverso l'idea, oramai largamente condivisa, che la formazione deve fare i conti con l'uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC).

La formazione con le tecnologie rappresenta oggi la direttrice principale attraverso la quale viene veicolata tutto lo sviluppo professionale del personale della scuola. La formazione sulle tecnologie costituisce il terzo asse attraverso il quale si perfeziona la professionalità docente, in aggiunta alla formazione per la padronanza delle conoscenze disciplinari e per la capacità di progettare e di gestire i processi.

L'amministrazione e le istituzioni scolastiche da anni vi hanno dedicato un grande impegno, prima nella scuola secondaria di secondo grado, e dal 2002 (CM 22 maggio 2002, n. 55) anche in tutti gli altri ordini di scuola, un impegno rilanciato poi dall'Agenda digitale italiana e dal Piano nazionale scuola digitale (2015).

Un piano diffuso per l'innovazione tecnologica (2000-2002)

Il progetto di prima alfabetizzazione dei docenti sulle nuove tecnologie fu favorito da un finanziamento derivante dall'assegnazione di una quota degli introiti per la concessione delle licenze Umts (art. 103 della legge 23 dicembre 2000, n. 388). Fu elaborato, dal Servizio per l'Automazione Informatica e l'Innovazione Tecnologica (SAIIT), e approvato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con decreto il 22 marzo 2001.

Nel corso del 2002, un gruppo di lavoro, già operante per la definizione delle linee strategiche, avvalendosi di un apposito comitato tecnico elaborò i documenti tecnici necessari per la diffusione dell'innovazione tecnologica (cfr. cm n. 55/2002). Il piano prevedeva il coinvolgimento nell'azione formativa di circa 180.000 docenti su tutto il territorio nazionale e per tutti gli ordini di scuola, con pre

Per proseguire con la lettura è necessario accedere al sito.