IperTesto Unico IperTesto Unico

Nota MIUR 31.10.2019, prot. n. 4834

Progetto nazionale "Sport di Classe" per la scuola primaria anno scolastico 2019/20.

Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) e Sport e salute promuovono il progetto "Sport di Classe", in collaborazione con il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), il Comitato Italiano Paralimpico (CIP), le Regioni, gli Enti Locali e diverse Federazioni Sportive Nazionali (FSN).

L'obiettivo è quello di valorizzare l'educazione fisica e sportiva nella scuola primaria per le sue valenze trasversali e per la promozione di stili di vita corretti e salutari, favorire lo star bene con se stessi e con gli altri nell'ottica dell'inclusione sociale e in armonia con quanto previsto dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo d'Istruzione (Decreto Ministeriale 16 novembre 2012, n. 254).

Il progetto, a carattere nazionale, prevede un sistema di governance. È coordinato dall' Organismo Nazionale per lo Sport a Scuola che, a sua volta, si avvale degli Organismi Territoriali Regionali e degli Organismi Territoriali Provinciali . I suddetti Organismi sono composti da rappresentanti del MIUR, di Sport e Salute S.p.A. e del CIP. L'Organismo Nazionale, inoltre, sarà supportato tecnicamente da una Commissione Didattico-Scientifica, di cui faranno parte esperti individuati dagli stessi organismi. L'edizione 2019/2020 del progetto è rivolta a tutte le classi 4° e 5° delle scuole primarie d'Italia, statali e paritarie. Prevede lo svolgimento da parte del Tutor Sportivo Scolastico di un massimo di 23 ore annuali di attività per ciascuna classe assegnata, ripartite in 22 ore di compresenza con il docente titolare della classe (1 ora a settimana) e 1 ora per attività trasversali.

Novità di questa edizione è la collaborazione, in via sperimentale, con alcune Federazioni Sportive Nazionali, che cureranno uno dei moduli di formazione in itinere destinato ai Tutor, previa condivisione dei contenuti formativi con la Commissione Didattico-Scientifica nazionale. I

Per proseguire con la lettura è necessario essere abbonati.