Il termine per la presentazione delle domande dei contributi Editoria per le Istituzioni scolastiche è prorogato al 14 gennaio 2022

IperTesto Unico IperTesto Unico

Nota MIUR 31.07.2017, prot. n. 9451

U.N.E.S.C.O. (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura): Rete Nazionale delle Scuole Associate, a.s. 2017-2018.

Il sistema delle Scuole Associate all'U.N.E.S.C.O. è stato istituito nel 1953 al fine di stimolare le scuole primarie e secondarie di tutto il mondo ad integrare gli insegnamenti curriculari con piani di studio e attività orientati ai principi fondamentali dell'U.N.E.S.C.O. (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization). In Italia l'esperienza delle Scuole Associate ha avuto inizio nell'anno scolastico 1957-58, ed ha concorso efficacemente all'affermazione dei principi dell'U.N.E.S.C.O. nell'azione educativa nazionale, cercando così· di "contribuire al mantenimento della pace e della sicurezza favorendo, mediante l'educazione, la scienza e la cultura la collaborazione tra le Nazioni, al fine di assicurare il rispetto universale della giustizia, della legge, dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali che la Carta delle Nazioni Unite riconosce a tutti i popoli, senza distinzione di razza, di sesso, di lingua o di religione".

La presente lettera-circolare, i cui contenuti sono condivisi con la Commissione Nazionale Italiana per l'U.N.E.S.C.O. (C.N.I.U.), intende fornire alle Istituzioni Scolastiche interessate le indicazioni per aderire alla Rete Nazionale U.N.E.S.C.O. - Italia.

Possono fare richiesta di associazione le scuole italiane di ogni ordine e grado, statali e paritarie.

Gli Istituti ammessi alla Rete dovranno integrare le proprie attività curricolari con programmi e progetti educativi a vocazione internazionale, orientati sulle principali tematiche UNESCO, che, se del caso, potranno essere incluse anche nei percorsi di alternanza scuola-lavoro, e/o e nei progetti PON 2014-2020.

Tra le tematiche di riferimento rientrano, ad esempio:

• la realizzazione dell'"Agenda 2030", per lo sviluppo sostenibile, dei cui obiettivi si consiglia un attento esame;

• la tutela dei diritti umani e della diversità culturale;

• la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale e li

Per proseguire con la lettura è necessario accedere al sito.