Il termine per la presentazione delle domande dei contributi Editoria per le Istituzioni scolastiche è prorogato al 14 gennaio 2022

IperTesto Unico IperTesto Unico

Nota MIUR 01.06.2017, prot. n. 25134

Chiarimenti sull'utilizzo della piattaforma S.O.F.I.A. per la formazione del personale docente.

Nei giorni scorsi, con la nota DGPER prot. n. 22272 del 19/05/2017 si è dato avvio alla piattaforma S.O.F.I.A. (sofia.istruzione.it) che consente agli insegnanti di accedere progressivamente ad una pluralità di offerte di formazione in servizio. L'apertura di questo nuovo servizio, che ha l'obiettivo prioritario di favorire e qualificare l'incontro tra domanda e offerta di formazione, ha suscitato notevole interesse e aspettative positive, ma anche richieste di approfondimento e di chiarimenti.

Il piano triennale di formazione docenti 2016-2019, allegato al DM 797/2016, i cui punti fondamentali sono riepilogati, nella nota DGPER prot. n.9684 del 6 marzo 2017, si avvale della piattaforma digitale per garantire una maggiore diffusione e un rapido accesso alle varie attività formative proposte. Ogni docente potrà accedere liberamente alle informazioni disponibili in piattaforma con una semplice registrazione al sistema.

In questa sede si chiariscono alcuni quesiti pervenuti a questa Direzione generale in merito alla configurazione e durata delle attività di formazione, alle modalità di attestazione dei percorsi formativi nonché alla documentazione delle iniziative formative del docente.

Per quanto riguarda il primo punto si ricorda che le azioni formative per gli insegnanti di ogni istituto sono inserite nel Piano formativo d'istituto che è parte integrante del Piano Triennale dell'Offerta formativa, in coerenza con le scelte del Collegio Docenti che lo elabora sulla base degli indirizzi del dirigente scolastico. L'obbligatorietà, come già chiarito nella sopra citata nota n.9684 della DGPER, non si traduce automaticamente in un numero di ore da svolgere ogni anno, ma nel rispetto del contenuto del piano. Quindi le istituzioni scolastiche possono, in coerenza con le scelte del Collegio dei docenti, modulare e quantificare l'im

Per proseguire con la lettura è necessario accedere al sito.