Il termine per la presentazione delle domande dei contributi Editoria per le Istituzioni scolastiche è prorogato al 14 gennaio 2022

IperTesto Unico IperTesto Unico

Nota MIUR 20.02.2015, prot. n. 3008

Indicazioni in merito ai sotto-conti dei conti correnti delle contabilità speciali scolastiche.

Si comunica che questo Ufficio ha provveduto a disaccantonare, anche per il corrente anno finanziario, le somme iscritte nei sotto-conti dei conti correnti di contabilità speciale intestati a codesto Ufficio, sui quali risultano ancora giacenze di risorse finanziarie.

Come già segnalato con le note nn. 1240 e 1634 rispettivamente dell'11.02.14 e 24.02.14, gli importi iscritti nei sotto-conti, di cui sopra, dovranno essere utilizzati per le seguenti operazioni, indicate in ordine decrescente di priorità:

a) gestire i pignoramenti che dovessero essere intervenuti su ciascun sotto-conto;

b) ai sensi dell'articolo 7, comma 39, del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito con modificazioni dalla legge 7 agosto 2012, n. 135, versare la giacenza residua, detratte la somma di cui al punto a) nonché quanto occorra al pagamento dei debiti certi, liquidi ed esigibili a fronte di obbligazioni giuridicamente perfezionate al 31 dicembre 2012 assunte a valere sulle disponibilità in questione, alle entrate dello Stato, cap. 3550 (entrate eventuali e diverse di pertinenza del MIUR), art. 5 "Somme da riassegnare alla spesa in base a specifiche disposizioni", capo XIII, avendo cura di specificare la seguente causale "Versamenti ex art. 7, comma 39, D.L. 95/2012", dato atto che la giacenza residua è complessivamente inferiore alla misura annua di cui al secondo periodo del citato articolo 7 comma 39.

Si invita, infine, a voler comunicare per e-mail all'Ufficio scrivente, all'indirizzo dgruf@postacert.istruzione.it, l'avvenuto adempimento di cui sopra specificando le somme erogate, nonché, con riferimento al punto b), fornendo l'elenco delle obbligazioni giuridicamente perfezionate e dei titoli giustificativi alla base di ciascun debito e l'importo dei debiti medesimi entro e non oltre il 27 aprile 2015, compilando i due prospetti allegati alla presente e inviandoli in formato editabile Excel al fine di agevolare gli adempimenti di cui alla presente

Per proseguire con la lettura è necessario accedere al sito.