Il termine per la presentazione delle domande dei contributi Editoria per le Istituzioni scolastiche è prorogato al 14 gennaio 2022

IperTesto Unico IperTesto Unico

Nota MIUR 21.02.2014, prot. n. 1077

Nota prot. n. 0001014 del 18.02.2014 "Avvio procedura per la selezione e il finanziamento di progetti in materia di apertura delle scuole e prevenzione della dispersione scolastica in attuazione dell'art. 7 del decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104". Risposta a quesiti.

Sono pervenuti alla scrivente molti quesiti e richieste di chiarimento in relazione alla procedura per la selezione e il finanziamento dei progetti in materia di apertura delle scuole e prevenzione della dispersione scolastica in attuazione dell'art. 7 del decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104.

Sembra opportuno, pertanto, al fine di mettere in grado codesti Uffici di avviare rapidamente la procedura prevista, fornire alcuni chiarimenti in relazione ai quesiti pervenuti.

1. In relazione alla obbligatorietà o facoltatività di realizzare in orario pomeridiano le due tipologie di attività previste all'art. 3 del DM 7 febbraio 2014 e a rettifica di quanto comunicato con la nota in oggetto, si chiarisce che il vincolo perentorio di svolgimento pomeridiano delle attività riguarda esclusivamente quelle della seconda tipologia, cioè di quelle rivolte all'intera platea degli alunni come fissato all'art.3, comma 3 dello stesso DM.

2. In relazione al quesito se sia possibile prevedere il pagamento di docenti e partner esterni si ritiene che ciò sia senz'altro possibile, in quanto non c'è nessuna esclusione al riguardo né nel DM né nel DDG del 7 febbraio 2014. Si precisa, altresì, che, come previsto dall'art. 5 del citato DM, i partner esterni possono essere al massimo tre.

3. In relazione alle reti di scuole si precisa che ogni scuola proponente può chiedere il finanziamento di un modulo. Di conseguenza, quale che sia la rete, se la scuola proponente è del primo ciclo può accedere alla richiesta del modulo a), se, invece, è del secondo ciclo può accedere al modulo b). Tali indicazioni sono riportate in maniera chiara e precisa all'art. 4 del DM, a cui si rinvia. Tuttavia, si precisa che se la rete dovesse includere sia scuole del 1° ciclo che scuole del 2° ciclo, il modulo che si può richiedere è quello relativo all'ordine scolastico della scuola proponente, ma le attività potrebbero coinvolgere anche alunni del secondo ciclo, se il progetto lo

Per proseguire con la lettura è necessario accedere al sito.