IperTesto Unico IperTesto Unico

Circolare INPS 18.09.2012, n. 114

Riconoscimento del diritto all'assegno per il nucleo familiare per gli iscritti alla Gestione separata di cui all'articolo 2, comma 26, della legge n. 335/95 per i periodi di congedo di maternità/paternità e di congedo parentale coperti dalla contribuzione figurativa.

1. Premessa

La Circolare n. 137 del 21 dicembre 2007 ha impartito disposizioni relative all'attuazione del D.M. 12 luglio 2007 (pubblicato sulla G.U. n. 247 del 23 ottobre 2007) emanato in attuazione dell'art. 1, comma 791 della Legge 27-12-2006 n. 296 (Legge finanziaria per il 2007).

Il citato decreto, nel prevedere l'estensione di alcune disposizioni del Decreto Legislativo n. 151/2001 (Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità) in favore delle lavoratrici a progetto e categorie assimilate nonché delle associate in partecipazione e delle libere professioniste iscritte alla Gestione separata di cui all'art. 2, comma 26, della legge n. 335/95, ha riconosciuto, tra l'altro, il diritto alla contribuzione figurativa per i periodi di astensione dal lavoro per i quali è corrisposta l'indennità di maternità ai fini del diritto alla pensione e della determinazione della relativa misura.

2. Riconoscimento del diritto all'assegno per il nucleo familiare per i periodi di congedo di maternità/paternità e di congedo parentale coperti da contribuzione figurativa

In merito ai periodi di assenza per maternità delle lavoratrici iscritte alla Gestione separata, che in virtù della normativa introdotta con l'art. 6 del D.M. 12 luglio 2007 sono coperti da contribuzione figurativa, sono pervenuti quesiti a questa Direzione Centrale sulla sussistenza del diritto all'assegno per il nucleo familiare di cui alla Legge 13 maggio 1988, n. 153.

Considerato che il D.M. citato prevede l'accredito di contributi figurativi ai fini del diritto alla pensione e della determinazione della misura della stessa ma non accenna ad un possibile utilizzo di detto accredito ai fini del diritto a prestazioni non pensionistiche, è stata formulata una richiesta di parere al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per conoscere se la copertura figurativa, risultante dal computo dei perio

Per proseguire con la lettura è necessario essere abbonati.