Si informa che l’ufficio Tecnodid resterà chiuso nel periodo estivo dal 7.8.2020 al 18.8.2020. Per ogni esigenza, restano attivi i nostri servizi mail: info@tecnodid.it, ordini@tecnodid.it e redazione@tecnodid.it.
Con l’occasione, lo Staff di Tecnodid porge l’augurio di buone vacanze.

IperTesto Unico IperTesto Unico

C.M. MIUR 15.05.2012, n. 44

Contratto Collettivo Integrativo Nazionale sui criteri di attribuzione delle risorse per le scuole collocate in aree a rischio, con forte processo immigratorio e contro la dispersione scolastica per l'anno scolastico 2012/2013 - Esercizio Finanziario 2012.

In data 4 aprile 2012 questo Ministero ha sottoscritto con le OO.SS. aventi titolo l'ipotesi di contratto integrativo nazionale, che si allega alla presente, finalizzato a stabilire i criteri e i parametri di attribuzione delle risorse per le scuole collocate in aree a rischio educativo e a forte processo immigratorio e per contrastare la dispersione scolastica e l'emarginazione sociale, così come previsto dal vigente CCNL 2006/2009 (art. 9, comma 2, lettera d).

Nel corso della contrattazione sono stati attentamente esaminati gli esiti del monitoraggio predisposto dalla scrivente Direzione Generale, relativo ai progetti approvati e finanziati per l'anno scolastico 2011/2012. Le parti sindacali intervenute hanno rilevato, in proposito, la carenza di dati relativi ad alcuni Uffici Scolastici Regionali, peraltro già sollecitati dalla scrivente Direzione Generale, e nel contempo la necessità che gli stessi procedano rapidamente ad integrare i dati di loro pertinenza relativi alle azioni e ai progetti realizzati nell'a.s. 2011/2012, per dare completezza al monitoraggio effettuato. La scrivente Direzione ha assicurato la presa in carico di tale richiesta del cui completamento si è impegnata a darne comunicazione alle OO.SS.

Si invitano, pertanto, gli UU.SS.RR. che non avessero ancora provveduto, a trasmettere l'esito del monitoraggio realizzato e, in particolare, la scheda, allegato B_Sintesi, allegata alla C.M. n. 67/2011.

Il monitoraggio dei dati ha fatto riscontrare, da un lato, la rispondenza dei progetti ai criteri sottoscritti a livello nazionale, ma allo stesso tempo, la flessibilità di utilizzo delle risorse, adattate alle situazioni locali e alle problematiche che in ciascun territorio presentano profili di particolare urgenza. È stata, ad esempio, sottolineata l'attenzione che alcuni territori hanno riservato agli interventi riguardanti fasce di alunni con particolari problematiche, come i nomadi e gli studenti in istruzione domiciliare.

Per proseguire con la lettura è necessario accedere al sito.