IperTesto Unico IperTesto Unico

Nota MIUR 20.09.2010, prot. n. 5724

Giochi Sportivi Studenteschi a.s. 2010-2011.

I Giochi Sportivi Studenteschi rappresentano un percorso di avviamento alla pratica sportiva in diverse discipline, sono riservati agli studenti delle scuole statali e paritarie del segmento della scuola secondaria di primo grado del primo ciclo di istruzione e a quelli del secondo ciclo, regolarmente iscritti e frequentanti.

La partecipazione ai GSS è riservata agli Istituti scolastici che hanno costituito il Centro Sportivo Scolastico ed all'interno dello stesso promuovono le attività sportive individuali o a squadre dallo stesso previste, attraverso lezioni in orario extracurricolare purché l'attività sportiva non sia occasionale e non sia limitata alla esclusiva partecipazione a singole manifestazioni.

Le scuole che non prevedono nella propria programmazione la costituzione del CSS potranno sviluppare l'azione educativa in ambito motorio, fisico e sportivo attraverso la relazione con il territorio e la costruzione di reti con partner adeguati, che siano il presupposto per una corretta impostazione metodologica dei percorsi di educazione motoria, fisica e sportiva. Si richiama a questo proposito l'importanza di determinare sin dall'inizio un chiaro disegno progettuale dell'attività e delle modalità di intervento degli eventuali partner coinvolti, così da poter disporre contestualmente di strumenti di monitoraggio adeguati.

 

Coperture assicurative

A seguito di quanto previsto dal Decreto Legge 1 ottobre 2007 n. 159 (soppressione della Cassa di previdenza per l'assicurazione degli sportivi - Sportass - e disposizioni sul credito per l'impiantistica sportiva), il C.O.N.I. ha stipulato due distinte assicurazioni - a copertura dei rischi derivanti da responsabilità civile ed infortuni - per tutti i partecipanti (studenti, docenti e accompagnatori) alle manifestazioni sportive scolastiche (Giochi Sportivi Studenteschi, Nuovi Giochi della Gioventù e Giocosport) in ogni loro fase. Si rende quindi superfluo che le Istituz

Per proseguire con la lettura è necessario essere abbonati.