IperTesto Unico IperTesto Unico

Nota MIUR 29.04.2010, prot. n. 4576

Riavvio del Piano di formazione per lo sviluppo di competenze linguistico-comunicative e metodologico-didattiche in lingua inglese dei docenti della scuola primaria.

A seguito dell'approvazione del Regolamento emanato con DPR 81 del 20 marzo 2009 recante "Norme per la riorganizzazione della rete scolastica e il razionale ed efficace utilizzo delle risorse umane", è stato reso operativo il piano programmatico formulato ai sensi dell'art.64 comma 4 del decreto legge 112/08, convertito con L. 133/08.

Si ricorda che l'art. 10, comma 5, del citato regolamento prevede che "L'insegnamento della lingua inglese è affidato ad insegnanti di classe della scuola primaria specializzati. Gli insegnanti attualmente non specializzati sono obbligati a partecipare ad appositi corsi triennali di formazione linguistica, secondo le modalità definite dal relativo piano di formazione. I docenti dopo il primo anno di formazione sono impiegati preferibilmente nelle prime due classi della scuola primaria e sono assistiti da interventi periodici di formazione linguistica e metodologica, anche con il supporto di strumenti e dotazioni multimediali".

Considerate le pregresse esperienze, l'ANSAS è stata incaricata di progettare e organizzare un modello di formazione linguistica per docenti di scuola primaria non specializzati, riavviando il Piano di formazione per lo sviluppo delle competenze linguistico-comunicative e metodologico-didattiche in lingua inglese degli insegnanti di scuola primaria iniziato nell'a.s. 2005-2006.

Oggetto della formazione sono lo sviluppo di competenze linguistiche nella lingua straniera e di competenze metodologico-didattiche per l'insegnamento della lingua inglese nella scuola primaria.

L'intervento di formazione in servizio è destinato a tutti gli insegnanti di scuola primaria non in possesso dei requisiti per insegnare la lingua inglese.

Il piano ha durata triennale e prevede la formazione di 5000 docenti di scuola primaria non specializzati, dei quali un primo gruppo di circa 2000 docenti dovrà iniziare la formazione sin dal corrente anno scolastico.

Verrà data precedenza ai docenti

Per proseguire con la lettura è necessario essere abbonati.