IperTesto Unico IperTesto Unico

Nota MIUR 08.04.2010, prot. n. 2656

Attività sportiva anno scolastico 2009/2010.

L'anno scolastico in corso è stato caratterizzato da una serie di eventi che hanno interessato le modalità di svolgimento e di organizzazione delle attività sportive scolastiche, incidendo talvolta significativamente sulle abitudini consolidate.

La sequenzialità con la quale sono andate maturando le innovazioni ha indotto una situazione di fluidità che richiede precisazioni idonee a fornire risposte a talune incertezze e dubbi che sono emersi in sede territoriale.

La presente nota intende fare il punto della situazione sui profili più significativi al fine di offrire agli operatori coinvolti parametri di indirizzo per la loro attività sul territorio, nei limiti consentiti da una fase di consolidamento ancora in fieri anche per effetto dei rinnovati rapporti di collaborazione con il C.O.N.I. e con il C.I.P., conseguenti all'attivazione dei protocolli di intesa che il Ministro ha stipulato con tali organismi.

Giochi sportivi studenteschi

- I Giochi sportivi studenteschi sono ormai da anni supportati finanziariamente con risorse provenienti dal fondo della Legge n. 440/'97. Nell'esercizio 2009 il fondo non è stato reso disponibile e la sua utilizzazione è slittata nel corrente esercizio finanziario. L'entità delle risorse fruibili per lo specifico fine è stata definita di recente e ciò rende solo ora possibile fornire notizie in ordine alla somma su cui può fare affidamento ciascun Ufficio scolastico regionale. È opportuno precisare peraltro che le somme esposte nel piano di riparto (Allegato 1), pur certe nel loro importo, potranno essere erogate soltanto quando la conclusione delle operazioni di variazione del bilancio renderà possibile operare contabilmente.

- Le somme assegnate a ciascun Ufficio scolastico regionale sono a copertura delle spese relative allo svolgimento dei Giochi sportivi studenteschi nelle fasi provinciali e regionali. Infatti, le finali nazionali saranno organizzate con spese integralmente a carico d

Per proseguire con la lettura è necessario essere abbonati.