Si informa che l’ufficio Tecnodid resterà chiuso nel periodo estivo dal 05/08 al 21/08. Le attività riprenderanno regolarmente a partire da lunedì 22 agosto.

IperTesto Unico IperTesto Unico

Nota MIUR 04.08.2009, prot. n. 4273

Linee guida sulla riorganizzazione delle attività di educazione fisica e sportiva nelle scuole secondarie di I e II grado.

Si trasmette l'unito documento di linee guida con il quale il Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca fornisce indicazioni sulla riorganizzazione delle attività di educazione motoria, fisica e sportiva nelle scuole secondarie di primo e secondo grado.

Le direttive impartite costituiscono riconoscimento del ruolo di assoluto rilievo che il Ministro attribuisce a tali attività nella crescita dei giovani, sia per i valori che attraverso le stesse vengono veicolati sia per il ruolo trasversale rivestito nell'ambito delle "educazioni".

In particolare il documento richiama l'attenzione sulla pratica motoria e si impernia quindi su una rifinalizzazione delle ore aggiuntive di avviamento alla pratica sportiva ponendo le condizioni per un loro utilizzo più efficace e sistemico da perseguire attraverso una programmazione interna alla scuola da inserire nel piano dell'offerta formativa.

La realizzazione dell'impianto organizzativo valorizza il ruolo dei docenti di educazione fisica che si rendano disponibili a quanto indicato e quello dei coordinatori territoriali che, nell'ambito delle direttive che le SS.LL. avranno cura di impartire, svolgeranno un ruolo di proposta, di assistenza e di sintesi operativa.

Ciò premesso ci si rimette alla sperimentata capacità delle SS.LL. medesime per la concreta attuazione degli indirizzi che presuppone un'attenta opera di sensibilizzazione dei dirigenti scolastici e delle figure professionali sopra richiamate fra le quali sarà curata la massima diffusione del documento.

Le SS. LL. valuteranno l'opportunità di organizzare specifici incontri dedicati al tema affinché i comportamenti delle scuole che intenderanno adottare il modello organizzativo proposto rispondano a logiche sistemiche unitarie idonee anche a favorire le indispensabili sinergie con i soggetti esterni (enti locali, C.O.N.I, federazioni sportive, enti di promozione sportiva, ecc...).

Si ringrazia per la collaborazio

Per proseguire con la lettura è necessario accedere al sito.