Il termine per la presentazione delle domande dei contributi Editoria per le Istituzioni scolastiche è prorogato al 14 gennaio 2022

IperTesto Unico IperTesto Unico

Circolare Ministero dell'economia e delle finanze 24.03.2003, prot. n. 35821

Articolo 1, commi 1 e 4, del decreto-legge n. 194/22002, convertito in legge n. 246/2002 "Misure urgenti per il controllo, la trasparenza ed il contenimento della spesa".

Ai fini di dare attuazione agli adempimenti richiesti dalla normativa in oggetto indicata è stata emanata, per l'art. 1, comma 4, la circolare 2 dicembre 2002, n. 42 con cui sono state impartite, tra l'altro, per il tramite delle SS.LL., istruzioni ai Presidenti dei Collegi dei revisori dei conti o sindacali per la rilevazione delle spese di funzionamento degli enti ed organismi pubblici non territoriali in occasione della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto ministeriale 29 novembre 2002. A tale circolare è allegata una scheda e le istruzioni utili per la compilazione.

Al riguardo, considerata la necessità di monitorare l'andamento delle suddette spese in modo continuativo, onde consentire valutazioni utili per interventi similari in corso d'anno da parte del decisore politico, tale scheda, di cui ad ogni buon si allega copia, dovrà essere utilizzata anche ai fini di una rilevazione con cadenza trimestrale delle già citate spese di funzionamento, rilevando le previsioni iniziali o aggiornate, gli impegni o i costi della produzione, e le effettive disponibilità di bilancio dei suddetti enti alla data dell'ultimo giorno del trimestre interessato.

Pertanto, si rappresenta la necessità che le SS.LL. sollecitino, in vista della prossima scadenza (31 marzo), tali adempimenti ai Presidenti dei Collegi dei revisori o sindacali degli enti, individuati sul portale htpp://igf.rps.tesoro.it all'applicazione "mappatura degli enti ed organismi pubblici".

Medesime esigenze di monitoraggio si rendono necessarie al fine di dare attuazione all'art. 1, comma 1, della suddetta normativa in materia di limiti posti da leggi di spesa.

In questa prima fase, sono state individuate talune leggi di spesa oggetto di monitoraggio da parte di enti (INPS ed IPSEMA) rientranti unicamente nella sfera di competenza della R.P.S. di Roma. Qualora fossero individuate ulteriori leggi di spesa, interessanti anche le restanti R.P.S., saranno opportunamente impart

Per proseguire con la lettura è necessario accedere al sito.