Il termine per la presentazione delle domande dei contributi Editoria per le Istituzioni scolastiche è prorogato al 14 gennaio 2022

IperTesto Unico IperTesto Unico

Circolare MPI 16.01.2001, n. 9

Deliberazione della Corte dei Conti n. 14/DEL/2000, recante il regolamento per l'organizzazione delle funzioni di controllo della Corte dei Conti. Istruzioni operative.

Si rende noto, per opportuna conoscenza e norma di codesti Uffici, che il Segretario Generale della Corte dei Conti, con lettera n. SG/8/00-12597 del 13.12.2000 ha fornito indicazioni operative, per l'applicazione del regolamento in oggetto citato (G.U. n. 156 del 6.7.2000) ed ha chiesto a questo Ministero di impartire disposizioni ai propri organi centrali e periferici ai fini di facilitare l'esercizio delle funzioni attribuite alle nuove articolazioni di detto organo di controllo e di dare applicazione alle disposizioni recate dall'art. 27 della legge n. 340/2000.

In particolare il citato organo di controllo ha reso noto che:

"... dal 1.1.2001 gli atti ministeriali assoggettati, ai sensi del comma 1 dell'art. 3 della legge 14.1.1994, n. 20 e successive integrazioni e modificazioni, al controllo preventivo di legittimità della Corte dei conti dovranno essere inviati all'ufficio controllo sui Ministeri dei servizi alla persona e dei beni culturali con sede in Via Virgilio Talli, n. 141 - Roma. Per effetto delle disposizioni del citato regolamento (art. 2), inoltre, il procedimento del controllo di legittimità sugli atti degli organi periferici dello Stato è interamente attribuito dal 1.1.2001 alle Sezioni regionali di controllo con sede nei capoluoghi delle regioni a statuto ordinario, organi che hanno assorbito nella materia sia le attribuzioni delle delegazioni regionali sia quelle ora esercitate dalla Sezione centrale di controllo di legittimità con sede in Roma cui spetterà dal 1.1.2001 di pronunciarsi soltanto sulla risoluzione di questioni di massima di particolare importanza. Allo stato attuale le Sezioni regionali rimangono allocate negli stabili delle soppresse delegazioni regionali. Nulla è innovato per i procedimenti di controllo attribuiti alla Corte dei conti nelle regioni a statuto speciale".

 

Per proseguire con la lettura è necessario accedere al sito.