IperTesto Unico IperTesto Unico

Circolare MPI 22.03.1996, n. 116

Orientamenti per l'organizzazione didattica della scuola elementare.

L'ordinamento vigente della scuola elementare prevede che il collegio dei docenti, nel quadro della programmazione educativa, proceda all'aggregazione delle materie per ambiti disciplinari, nonché alla ripartizione del tempo da dedicare all'insegnamento delle diverse discipline del curricolo, secondo i criteri definiti dal Ministro della Pubblica Istruzione con il D.M. 10.9.1991 e la circolare n. 271 di pari data.

Nel corso del quinquennio di funzionamento del nuovo assetto strutturale ed organizzativo-didattico della scuola elementare, previsto dalla legge 5.6.1990, n. 148, si è assistito ad una evoluzione del quadro normativo generale, che ha definito nuovi criteri per l'azione della Pubblica Amministrazione (legge n. 241/1990, D.L.vo n. 29/1993, legge n. 20/1994) ed ha promosso rilevanti innovazioni nel funzionamento delle istituzioni scolastiche, quali la Carta dei Servizi emanata con D.P.C.M. 7.6.1995, che impegna le scuole nell'elaborazione e nell'adozione di un proprio progetto educativo d'istituto. Inoltre, il recente contratto collettivo nazionale di lavoro ha previsto nuove condizioni di esercizio della funzione direttiva e docente, introducendo, tra l'altro, la possibilità di organizzare su base plurisettimanale l'orario di insegnamento e di programmazione didattica degli insegnanti (commi 2 e 5 dell'art. 41 del C.C.N.L.).

La progressiva realizzazione della riforma della scuola elementare ha impegnato l'Amministrazione scolastica in una azione di monitoraggio, sviluppatasi senza soluzioni di continuità durante l'intero arco del quinquennio, al fine di acquisire tutti gli opportuni elementi di conoscenza necessari per la regolazione in itinere dei processi innovativi. Tale attività, grazie all'attivo contributo di tutte le componenti scolastiche, ha consentito di documentare, accompagnare e verificare la progressiva estensione ed il consolidamento della organizzazione modulare.

L'innovazione ha arricchito il curricolo della scuola e

Per proseguire con la lettura è necessario essere abbonati.