IperTesto Unico IperTesto Unico

Circolare MPI 15.05.1996, n. 187

Razionalizzazione rete scolastica - Anno scolastico 1996/97.

Si fa seguito alla C.M. n. 68 del 12.2.1996 e, in attesa che venga completato il prescritto iter procedurale, si ritiene utile trasmettere, in allegato, il testo del decreto interministeriale riguardante la razionalizzazione della rete scolastica per gli anni 1996/97 e 1997/98.

In dipendenza di tanto, si invitano le SS.LL. a trasmettere, entro il 31 maggio p.v., secondo le modalità già indicate con la citata C.M. n. 68/96 e sulla base delle disposizioni di cui al testo allegato i piani provinciali relativi al prossimo anno scolastico.

Entro la stessa data dovranno pervenire eventuali modifiche e integrazioni da parte degli Uffici che, pur avendo già inviato il rispettivo piano di razionalizzazione, ritengano necessario formulare ulteriori o diverse proposte sulla base del testo del decreto.

Si precisa che le proposte di istituzione di istituti comprensivi delle scuole materne, elementari e medie, ai sensi dell'art. 21 della legge 31 gennaio 1994 n. 97, dovranno essere corredate dalle deliberazioni favorevoli delle Amministrazioni comunali e delle Comunità montane interessate.

Nell'ipotesi in cui la creazione di un istituto "comprensivo" dia luogo ad una nuova entità scolastica (caso di aggregazione di sezioni staccate di scuola media e plessi di scuola elementare), deve essere prodotta tutta la documentazione necessaria per le nuove istituzioni.

Si rammenta, con l'occasione, che l'istituzione di scuole "comprensive" in comuni non montani o che comunque non abbiano i requisiti previsti dall'art. 7 del testo allegato, si rende possibile solo in forma sperimentale ex art. 278 del D.L.vo n. 297 del 1994 (già art. 3 D.P.R. n. 419/74). Pertanto, le relative proposte dovranno essere corredate da idoneo progetto, accompagnato dalle deliberazioni favorevoli dei collegi dei docenti della scuola media e del circolo didattico interessati.

Con riferimento alle disposizioni di cui all'art. 11 del testo del decreto interministeriale all

Per proseguire con la lettura è necessario essere abbonati.