IperTesto Unico IperTesto Unico

Circolare MPI 24.12.1996, n. 767

Adozione dei libri di testo nelle scuole elementari - Anno scolastico 1997/98.

1) - Nell'attuale fase di profonda trasformazione culturale che investe il mondo della scuola, caratterizzata da una spinta sempre più accentuata verso la piena autonomia decisionale e gestionale, la scelta dei libri di testo rimane un momento centrale, di rilevante interesse, nella strategia complessiva dell'azione educativa e formativa.

Le indicazioni di seguito fornite muovono dalla necessità di sostenere, con suggerimenti, l'azione che le scuole sono chiamate a promuovere e dall'esigenza di fissare, per motivi organizzatori, i tempi entro i quali devono essere definiti gli adempimenti, per rendere contestuale sul territorio nazionale lo svolgimento dei procedimenti.

Il libro di testo, nella scuola elementare, oltre ad una generale riconosciuta valenza formativa assolve la funzione di strumento primario per l'attività didattica e di supporto essenziale per l'alunno e il docente; le procedure di scelta ed adozione dei libri di testo devono quindi tenere conto delle esigenze di carattere generale circa la validità culturale e la funzionalità educativa del testo in relazione agli obiettivi da perseguire.

Particolare cura dovrà essere, pertanto, rivolta dai singoli docenti e dai Collegi operanti nell'ambito delle unità scolastiche nella determinazione delle scelte da operare, ai fini, anche, della maggiore collaborazione e coinvolgimento possibili di tutte le componenti interessate e della massima trasparenza dell'attività posta in essere.

L'uso del libro di testo è connesso al disegno educativo che la scuola elementare persegue ed al progetto didattico che essa concretamente realizza. Appare, quindi, opportuno sollecitare una valutazione dei testi da parte dei docenti e degli organi collegiali che tenga conto dei programmi di insegnamento, degli obiettivi della programmazione educativa e del complessivo itinerario della progettazione didattica.

In tale ottica è necessaria una approfondita riflessione sulla presenza nei testi di

Per proseguire con la lettura è necessario essere abbonati.