Tu sei qui: Home Legislazione e dottrina Indice cronologico 2017 novembre Nota MIUR 07.11.2017, prot. n. 5737
Nota MIUR 07.11.2017, prot. n. 5737 Legislazione e dottrina    

Nota MIUR 07.11.2017, prot. n. 5737

Progetto nazionale "Sport di Classe" per la scuola primaria anno scolastico 2017/18.

Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) e il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), facendo seguito al protocollo d'intesa sottoscritto in data 28/11/2016, con il sostegno del Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e di diverse Regioni ed Enti Locali promuovono il progetto "Sport di Classe".

L'obiettivo è la valorizzazione dell'educazione fisica e sportiva nella scuola primaria per le sue valenze trasversali e per la promozione di stili di vita corretti e salutari, favorire lo star bene con se stessi e con gli altri nell'ottica dell'inclusione sociale, in armonia con quanto previsto dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo d'Istruzione, di cui al Decreto Ministeriale 16 novembre 2012, n. 254.

Il progetto presenta caratteristiche comuni e omogenee su tutto il territorio nazionale e il suo coordinamento è affidato ad un sistema di governance per lo Sport a Scuola che prevede un Organismo Nazionale e Organismi territoriali regionali e provinciali dei quali fanno parte rappresentanti del MIUR, del CONI e del CIP.

Il coordinamento nazionale del progetto Sport di Classe è, pertanto, affidato all'Organismo Nazionale per lo Sport a Scuola, composto da rappresentanti del MIUR, del CONI e del CIP e si avvale della collaborazione tecnica di una Commissione didattico scientifica, composta da esperti individuati dai tre Enti. A livello regionale la realizzazione del progetto è affidata agli Organismi Regionali per lo Sport a Scuola.

L'edizione 2017/2018 del progetto, è rivolta a tutte le classi 4^ e 5^ delle scuole primarie d'Italia, statali e paritarie, e prevede, rispetto alle edizioni precedenti, un incremento delle ore realizzate dal Tutor per ogni classe: 21 ore per ciascuna classe assegnata, da inizio gennaio a giugno, ripartite in 20 ore di copresenza con il docente titolare della classe (1 ora a settimana), e 1 ora per attività trasversali.

Inoltre, per le Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, è previsto un intervento aggiuntivo del progetto Sport di Classe che potrà essere integrato dalle Istituzioni scolastiche per le classi 1^, 2^ e 3^ con i fondi strutturali Europei nell'ambito del PON "Per la Scuola" 2014-2020. Le scuole interessate potranno aderire all'apposito bando che sarà pubblicato successivamente dal MIUR, e secondo le modalità e i tempi indicati nel bando stesso. In tal caso, sarà quindi necessaria un'ulteriore adesione da parte delle Istituzioni scolastiche al bando per i fondi PON.

Caratteristiche generali del progetto

Il progetto ha le seguenti caratteristiche generali:

- coinvolgimento delle classi 4^ e 5^ delle Istituzioni scolastiche ed educative, statali e paritarie sedi di scuola primaria per l'anno scolastico 2017/18 a partire da inizio gennaio 2018;

- insegnamento dell'Educazione fisica per due ore settimanali impartite dal docente titolare della classe, di cui un'ora con affiancamento del Tutor Sportivo Scolastico;

- inserimento della figura del Tutor Sportivo Scolastico all'interno del Centro Sportivo Scolastico per la scuola primaria come figura a supporto dell'Istituzione scolastica;

- affiancamento del Tutor all'insegnante titolare della classe per un'ora settimanale in compresenza durante le lezioni di Educazione fisica e realizzazione delle altre attività trasversali previste dal progetto;

- piano di informazione/formazione iniziale ed in itinere del Tutor sportivo scolastico;

- coinvolgimento del Referente d'Istituto per lo Sport di Classe nei momenti informativi/formativi previsti anche per il Tutor sportivo scolastico dal Piano di formazione in itinere del Progetto (1)

- realizzazione di attività che prevedono percorsi d'inclusione degli alunni con "Bisogni Educativi Speciali" (BES) e con disabilità;

- realizzazione dei Giochi di primavera nella seconda metà del mese di marzo e dei Giochi di fine anno scolastico che si terranno a partire dalla metà del mese di maggio;

- realizzazione di un percorso valoriale contestuale alle attività del progetto, avente ad oggetto per l'anno 2017/2018 il fair play;

- fornitura di attrezzature sportive esclusivamente alle Istituzioni scolastiche di nuova iscrizione (una fornitura per Istituto);

- compatibilità con altre progettualità promosse dagli Uffici Scolastici Regionali, Enti e Organismi del territorio, riferite alla promozione ed al potenziamento dell'Educazione fisica nella scuola primaria.

La partecipazione al progetto implica la realizzazione di tutte le attività previste dallo stesso, ivi inclusi i Giochi di Sport di Classe ed il percorso valoriale.

Gli approfondimenti inerenti al progetto sono disponibili su www.progettosportdiclasse.it

Partecipazione al progetto

Istituti scolastici

Le Istituzioni scolastiche ed educative statali e paritarie, sedi di scuola primaria, possono partecipare al progetto per l'anno scolastico 2017/18, registrando l'adesione dei plessi sull'area riservata del sito www.progettosportdiclasse.it provvedendo ai seguenti adempimenti:

- prevedere due ore settimanali di educazione fisica per tutte le classi di scuola primaria coinvolte, ed inserire il progetto nel Piano Triennale dell'Offerta Formativa (PTOF) dell'Istituto;

- Sport di Classe si pone come obiettivo prioritario il coinvolgimento di tutte le classi 4^ e 5^ degli Istituti scolastici. Tuttavia, per le Scuole che aderiscono ad altri progetti proposti da Regioni ed Enti Locali, è possibile aderire a Sport di Classe anche con le sole classi non coinvolte in tali attività;

- individuare il Referente d'Istituto (2) per lo Sport di Classe, quale figura di riferimento per il progetto, e di contatto con il Tutor;

- istituire o confermare il Centro Sportivo Scolastico per la scuola primaria, presieduto dal Dirigente Scolastico, composto dal Referente d'Istituto per lo Sport di Classe, dai Referenti di Educazione fisica di plesso, dal Tutor Sportivo Scolastico e ove presenti dai docenti di Educazione fisica eventualmente in organico, all'interno del quale prevedere momenti collegiali di pianificazione e progettazione delle attività. Dove esistente, favorire la continuità verticale con il Centro Sportivo Scolastico per la scuola secondaria di primo grado dell'Istituto comprensivo;

- coinvolgere gli insegnanti titolari di classe, il Referente d'Istituto per lo Sport di Classe e i docenti Referenti per l'Educazione fisica di plesso in momenti informativi sull'attuazione del progetto. A livello locale potranno essere concordate occasioni di apertura alla partecipazione dei Referenti d'Istituto per lo Sport di Classe ai momenti di formazione e coordinamento proposti dall'Organismo Provinciale per lo Sport a Scuola;

- formalizzare la richiesta di adesione al progetto, inserendo sull'area riservata del sito www.progettosportdiclasse.it i dati richiesti dal format

- allegare alla richiesta di adesione lo stralcio di delibera del Collegio Docenti, nel quale si prevede l'adesione della scuola al progetto e l'inserimento delle due ore settimanali di Educazione Fisica curricolari.

- a conclusione delle attività, compilare e inviare il questionario relativo al grado di soddisfazione delle aspettative.

L'adesione al progetto comporta, da parte del CONI, una contrattualizzazione del Tutor Sportivo Scolastico e l'assolvimento degli obblighi a norma di legge. Pertanto, la stessa non è più revocabile né modificabile nel numero delle classi e nelle sezioni. Permane la possibilità di variare i dati inseriti fino alla data di scadenza per l'adesione delle scuole. A seguito della contrattualizzazione, sarà rilasciata al Tutor una lettera di nomina, che dovrà essere consegnata dallo stesso al Dirigente Scolastico all'avvio dell'attività. Il Tutor non è quindi tenuto a presentare il contratto stipulato con il Comitato Regionale CONI.

Gli abbinamenti Tutor/Istituzioni scolastiche ed educative saranno pubblicati sui siti degli Uffici Scolastici Regionali e dei Comitati Regionali CONI.

In caso di incremento dell'adesione al progetto non sostenibile con le risorse disponibili, sarà data priorità secondo i seguenti criteri:

- plessi e classi che hanno già partecipato nell'a.s. 2016/2017;

- classi e plessi che aderiscono al progetto per la prima volta

Potranno non essere prese in considerazione le adesioni di Istituzioni e plessi che hanno già partecipato all'edizione 2016/17 del progetto, ma non hanno ottemperato a tutte le attività previste dal progetto (ivi compresa la compilazione e l'invio dei questionari relativi al grado di soddisfazione delle aspettative.

Gli Istituti scolastici possono inviare richiesta di partecipazione al progetto dal 14 novembre al 4 dicembre 2017.

Qualsiasi problematica inerente al funzionamento del portale www.progettosportdiclasse.it potrà essere segnalato all'indirizzo e-mail: sportdiclasse@coni.it;

Nel corso del progetto le Istituzioni saranno contattate per monitorare il corretto svolgimento dello stesso.

Inoltre, per le Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, è previsto un intervento aggiuntivo del progetto Sport di Classe che potrà essere integrato dalle Istituzioni scolastiche per le classi 1^, 2^ e 3^ con i fondi strutturali Europei nell'ambito del PON "Per la Scuola" 2014-2020. Le scuole interessate potranno aderire all'apposito bando che sarà pubblicato successivamente dal MIUR, e secondo le modalità e i tempi indicati nel bando stesso. In tal caso, sarà quindi necessaria un'ulteriore adesione da parte delle Istituzioni scolastiche al bando per i fondi PON.

Formazione

Il piano nazionale di formazione promosso dall'Organismo Nazionale e dalla Commissione Didattico Scientifica, prevede momenti di formazione iniziale a livello regionale ed in itinere a livello provinciale o interprovinciale destinati al Tutor. E' prevista la possibilità di concordare a livello territoriale occasioni di apertura alla partecipazione dei Referenti di Istituto per Sport di Classe ai momenti di formazione e coordinamento in itinere. Tali momenti sono curati dagli Organismi Regionali e Provinciali per lo Sport a Scuola che si avvalgono della Scuola Regionale dello Sport del CONI.

I Referenti di Istituto per Sport di Classe, in collaborazione con i Tutor potranno realizzare momenti informativi/formativi destinati a tutti i docenti della scuola primaria e ai docenti Referenti per l'Educazione fisica di plesso.

Tutor sportivi scolastici

Il Tutor ha il compito di partecipare alle attività del Centro Sportivo Scolastico per la scuola primaria, fornendo supporto organizzativo/metodologico/didattico, secondo le linee programmatiche dettate dall'Organismo Nazionale Sport a Scuola.

In particolare:

- collabora con l'insegnante di classe alla progettazione delle attività didattiche, alla programmazione e realizzazione delle attività motorie e sportive scolastiche, nell'ambito del Centro Sportivo Scolastico;

- garantisce supporto ed esemplificazioni operative in orario curricolare in compresenza con il docente di classe per un'ora a settimana per ciascuna classe assegnata;

- partecipa all'individuazione di strategie per la partecipazione attiva degli alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES) e con disabilità;

- favorisce la razionalizzazione delle collaborazioni con Organismi Sportivi del territorio in coerenza con il Piano Triennale dell'Offerta Formativa (PTOF) e promuove la continuità metodologica dell'intera offerta formativa sportiva scolastica d'intesa con l'Organismo Provinciale per lo Sport a Scuola;

- supporta la realizzazione del percorso valoriale previsto dal presente progetto;

- garantisce la programmazione, organizzazione e la presenza in occasione dei Giochi di primavera e dei Giochi di fine anno scolastico, coinvolgendo eventualmente Organismi e società sportive del territorio, sulla base delle indicazioni dell'Organismo Regionale per lo Sport a Scuola, istituito dall'Ufficio Scolastico Regionale di appartenenza territoriale;

- condivide, nell'ambito del Centro Sportivo Scolastico, il piano di informazione/formazione previsto dal progetto favorendo l'integrazione delle competenze di tutti i soggetti coinvolti

nell'azione educativa, con il supporto dei formatori territoriali delle Scuole regionali dello sport del CONI;

- partecipa obbligatoriamente al piano di formazione iniziale regionale ed ai successivi incontri periodici di coordinamento e di formazione curati dall'Organismo Regionale e Provinciale per lo Sport a Scuola che si avvalgono della Scuola regionale dello Sport del CONI;

- al termine delle attività, compila e invia il questionario relativo al grado di soddisfazione delle aspettative.

Individuazione dei tutor

L'individuazione dei Tutor avverrà attraverso "Avviso pubblico per ricerca di Tutor Sportivi Scolastici" (pubblicato sul sito www.progettosportdiclasse.it) valido per tutto il territorio nazionale e in cui vengono definiti i seguenti elementi:

- requisiti per la partecipazione al progetto;

- prestazioni richieste;

- modalità di svolgimento della prestazione;

- compensi previsti e modalità di erogazione;

- incompatibilità nello svolgimento dell'incarico.

I Tutor stipuleranno un contratto di prestazione sportiva dilettantistica, per svolgere le attività nelle Istituzioni scolastiche loro assegnate, con il Presidente del Comitato Regionale del CONI competente per il territorio cui è demandata la corresponsione economica prevista. I candidati Tutor devono rendersi pienamente disponibili per lo svolgimento dell'incarico, in relazione alle attività (di formazione iniziale, didattiche, di progettazione e previste per gli incontri periodici) che si potranno effettuare sia in orario antimeridiano che pomeridiano.

Gli Organismi Regionali per lo Sport a Scuola individueranno i Tutor in relazione all'elenco graduato dei candidati per la rispettiva Regione, definito in base ai requisiti stabiliti dall'avviso pubblico

Gli Organismi Regionali per lo Sport a Scuola provvederanno al loro coordineranno le operazioni di abbinamento dei Tutor con le Istituzioni scolastiche, secondo l'elenco graduato e le indicazioni di seguito fornite.

Domande di partecipazione dei tutor e casi di rinuncia

Gli interessati devono presentare apposita istanza di partecipazione registrandosi sull'area riservata del sito www.progettosportdiclasse.it e devono provvedere agli adempimenti previsti nell'Avviso pubblicato sul sito medesimo.

I candidati Tutor possono inviare domanda di candidatura dal 7 al 20 novembre 2017.

Qualsiasi problematica inerente al funzionamento del portale www.progettosportdiclasse.it potrà essere segnalato all'indirizzo e-mail: sportdiclasse@coni.it.

In caso di rinuncia all'incarico, il Tutor deve obbligatoriamente dare immediata comunicazione, indicando le motivazioni, tramite e-mail al Dirigente Scolastico, al Presidente del Comitato regionale CONI e al Referente territoriale di educazione fisica, in modo che possano essere avviate le procedure per la sua sostituzione.

Entro 7 giorni, la stessa comunicazione deve essere formalizzata con lettera sottoscritta dal Tutor e inviata al Comitato Regionale CONI, pena l'esclusione dal progetto per l'anno scolastico successivo.

Durata del progetto

L'avvio dell'attività, per cui è vincolante avere stipulato il contratto, coincide con la giornata di formazione iniziale regionale e si concluderà al termine delle lezioni previste dal calendario scolastico. In particolare l'attività in compresenza con il docente titolare della classe verrà effettuata entro fine maggio, mentre i Giochi di fine anno potranno essere organizzati entro la fine dell'anno scolastico.

Organismi regionali

Adempimenti

A livello regionale la realizzazione del progetto è affidata agli Organismi Regionali per lo Sport a Scuola, istituiti presso ciascun Ufficio Scolastico Regionale con Decreto del Direttore Generale o del Dirigente ad esso preposto, e composti da:

- Direttore Generale dell'Ufficio Scolastico Regionale o dal Dirigente ad esso preposto (che lo presiede);

- Presidente Regionale del CONI;

- Presidente Regionale del CIP;

- Assessore allo sport e Assessore all'istruzione della Regione;

- Coordinatore regionale di Educazione fisica e sportiva del MIUR;

- Referente per la scuola del Comitato regionale CONI.

L'Organismo Provinciale per lo Sport a Scuola è composto da:

- Dirigente dell'Ambito Territoriale Provinciale (che lo presiede);

- Docente referente territoriale dell'Ufficio Scolastico Regionale di pertinenza;

- Referente per la scuola del Comitato regionale CONI;

- Referente del CIP.

Al fine di rendere più semplice il raggiungimento del numero legale necessario alla validità delle riunioni, si chiede di considerare come numero legale sufficiente il numero di tre componenti dell'ORSS, purché presenti rappresentanti del CONI e del MIUR.

Saranno individuate delle figure di supervisori territoriali che, su indicazione dell'ORSS, avranno il compito di supportare i Tutor e le Istituzioni scolastiche nella realizzazione del progetto (inserimento del Tutor e avvio delle attività, monitoraggio sulla corretta attuazione del progetto, verifiche e adempimenti di chiusura).

Tali figure saranno contrattualizzate dal Comitato Regionale CONI e identificate in accordo con l'Organismo Regionale per lo Sport a Scuola

A seguito della verifica della congruenza e correttezza delle domande di candidatura on-line dei tutor effettuata dall'Organismo Nazionale che definisce, a seguito di tale verifica gli elenchi graduati provvisori dei candidati tutor, gli Organismi Regionali provvedono a:

1) pubblicare nei siti istituzionali gli elenchi graduati provvisori dei candidati Tutor della rispettiva regione il 27 novembre 2017 e rendere noti i recapiti degli Uffici competenti per informazioni ed eventuali reclami;

2) vagliare eventuali reclami da parte dei candidati Tutor;

3) verificare, anche a mezzo di campionatura ai sensi e per gli effetti degli articoli 71 e seguenti, del DPR 445/2000, le dichiarazioni rese dai candidati Tutor sulla piattaforma telematica;

4) pubblicare l'elenco delle Istituzioni scolastiche ed educative statali e paritarie (plessi e classi) aderenti al progetto entro il 7 dicembre 2017;

5) pubblicare l'elenco graduato definitivo dei Tutor entro il 7 dicembre 2017;

6) coordinare le operazioni di abbinamento entro il 15 dicembre 2017 i Tutor alle Istituzioni scolastiche statali, paritarie ed educative, nel rispetto degli elenchi graduati definitivi dei candidati, verificate le incompatibilità previste dall'avviso pubblico. Tali procedure avvengono in presenza degli stessi candidati e dei Dirigenti scolastici delle scuole aderenti o dei loro rispettivi delegati. Nelle regioni dove l'elevato numero di candidati e scuole aderenti non consentono la procedura di abbinamento in presenza, l'Organismo Regionale indicherà le diverse modalità procedurali che verranno adottate. In caso di nomine decentrate, gli Organismi Regionali per lo Sport a Scuola delegano i corrispondenti Organismi Provinciali per lo Sport a Scuola;

7) pubblicare gli abbinamenti Tutor/Istituzioni scolastiche ed educative entro il 15 dicembre 2017 sui siti degli Uffici Scolastici Regionali;

8) contrattualizzare i Tutor entro il 20 dicembre 2017;

9) organizzare un incontro formativo entro il 20 dicembre 2017 prevedendo l'estensione della partecipazione alla formazione regionale anche a possibili "sostituti Tutor", individuati tra i primi candidati non incaricati disponibili per la sostituzione in caso di eventuale interruzione di rapporto contrattuale di Tutor, nella misura massima del 10% degli incarichi attribuiti a livello provinciale;

10) raccordare gli impegni delle eventuali articolazioni territoriali per garantire il rispetto delle operazioni e dei tempi previsti per la realizzazione del progetto;

11) ottemperare alle richieste relative al monitoraggio del grado di soddisfazione delle aspettative, tramite compilazione e invio delle relazioni finali

Premesso quanto sopra, nel caso in cui non sia possibile garantire la copertura degli Istituti scolastici che hanno aderito all'attività progettuale poiché sono stati utilizzati tutti i candidati presenti negli elenchi graduati definitivi, al fine di consentire a tutte le scuole aderenti la possibilità di partecipare al progetto si ritiene utile nelle realtà territoriali che ne hanno necessità, di procedere come segue:

a) aumentare, ove ritenuto opportuno, il numero delle classi ai Tutor già individuati;

b) attingere dagli elenchi graduati delle province limitrofe;

c) sanare, ove possibile, la posizione dei candidati esclusi dagli elenchi graduati definitivi attraverso la produzione della documentazione mancante;

d) solo in ultima analisi gli Organismi Regionali per lo Sport a Scuola, in accordo con i Dirigenti degli Istituti scolastici scoperti, individueranno altri candidati al di fuori degli elenchi graduati, ma in possesso dei requisiti previsti dall'avviso pubblico.

Gli Organismi Regionali per lo Sport a Scuola trasmetteranno tempestivamente al CONI nazionale i nominativi degli interessati, la relativa documentazione e i curricula vitae.

La procedura di cui sopra non pregiudica la partenza del progetto negli Istituti scolastici e nei plessi per i quali è avvenuto regolarmente l'abbinamento con i Tutor.

Progetti regionali/territoriali per l'educazione fisica nella scuola primaria

Nei territori in cui le Regioni o gli Enti Locali prevedono risorse per progetti Territoriali per l'educazione fisica nella scuola primaria, i competenti Organismi Regionali per lo Sport a Scuola, in accordo con l'Organismo Nazionale per lo Sport a Scuola, cureranno la razionalizzazione delle risorse, realizzando opportune sinergie con il Progetto Sport di Classe, al fine di:

- garantire il più ampio coinvolgimento possibile delle scuole;

- incrementare il numero delle classi;

- garantire maggiori opportunità di Educazione fisica e sportiva agli studenti.

Inoltre, per le Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, è previsto un intervento aggiuntivo del progetto Sport di Classe che potrà essere integrato dalle Istituzioni scolastiche per le classi 1^, 2^ e 3^ con i fondi strutturali Europei nell'ambito del PON "Per la Scuola" 2014-2020. Le scuole interessate potranno aderire all'apposito bando che sarà pubblicato successivamente dal MIUR, e secondo le modalità e i tempi indicati nel bando stesso. In tal caso, sarà quindi necessaria un'ulteriore adesione da parte delle Istituzioni scolastiche al bando per i fondi PON.

Per quanto non contenuto nella presente nota, si fa riferimento all'Avviso pubblico per ricerca di Tutor Sportivi Scolastici disponibile nel sito www.progettosportdiclasse.it.

Riepilogo scadenze

Presentazione domande candidati Tutor dal 7 al 20 novembre 2017
Presentazione richiesta di partecipazione Istituti Scolastici dal 14 novembre al 4 dicembre 2017
Pubblicazione elenchi graduati provvisori dei tutor il 27 novembre 2017
Pubblicazione elenchi Istituzioni scolastiche aderenti entro il 7 dicembre 2017
Presentazione eventuali reclami da parte dei Tutor entro il 1° dicembre 2017
Verifiche da parte dell'Organismo Regionale dei reclami presentati dai Tutor e pubblicazione elenchi graduati definitivi entro il 7 dicembre 2017
Abbinamento Tutor/Istituzioni scolastiche, pubblicazione e comunicazione alle scuole entro il 15 dicembre 2017
Formazione regionale obbligatoria e contrattualizzazione entro il 20 dicembre 2017
Avvio attività dall'8 gennaio 2018
Formazione territoriale obbligatoria tra gennaio e aprile 2018
Eventuali motivate rinunce all'incarico:
- e-mail immediata
- comunicazione sottoscritta (pena l'esclusione dal progetto per l'anno successivo) entro 7 giorni
Realizzazione Giochi di primavera seconda metà di marzo 2018
Realizzazione del percorso valoriale con consegna elaborati entro 15 maggio 2018
Fine attività in compresenza entro 31 maggio 2018
Realizzazione Giochi di fine anno entro la fine delle lezioni
Competenze di chiusura anno scolastico:
- firma schede attività Tutor da parte dei Dirigenti Scolastici entro 15 giugno 2018
- compilazione e invio questionari relativi al grado di soddisfazione delle aspettative entro fine giugno 2018

Si ringrazia della collaborazione.

---

(1) La sinergia tra queste due figure potrà attivare le opportune sinergie per realizzare momenti informativi/formativi destinati a tutti i docenti di scuola primaria e ai Referenti di Plesso per l'Educazione fisica dell'istituzione scolastica.

(2) Tale figura sarà prioritariamente individuata tra i docenti di scuola primaria con titoli adeguati (diploma ISEF, laurea in Scienze Motorie) e/o comprovate competenze nell'Educazione fisica nella scuola primaria. Qualora l'istituzione scolastica non disponga di tale professionalità, l'individuazione potrà ricadere su un docente di Educazione fisica nella scuola secondaria di 1° grado o eventualmente presente nei posti dell'organico dell'autonomia per effetto della Legge 107/2015, con comprovate competenze anche nella scuola primaria.

 

Ricerca norme mediante:


Inserire alcuni estremi del documento e fare click su cerca. Verranno forniti un massimo di 150 risultati.

Data:

Inserire i termini da cercare e fare click su cerca

e o frase

Selezionare la voce su cui effettuare la ricerca e fare click su cerca

Carta del Docente