Tu sei qui: Home Legislazione e dottrina Indice cronologico 2016 agosto Nota MIUR 25.08.2016, prot. n. 9644
Nota MIUR 25.08.2016, prot. n. 9644 Legislazione e dottrina    

Nota MIUR 25.08.2016, prot. n. 9644

Consultazione nazionale sulla bozza del Rapporto di autovalutazione (RAV) per la scuola dell'infanzia.

Come anticipato nella nota MIUR, prot. n. 829 del 27 gennaio 2016, la bozza del RAV infanzia sarà oggetto di una consultazione online riservata a tutte le scuole dell'infanzia statali e paritarie. Tale consultazione verrà effettuata dall'INVALSI, secondo modalità e criteri concordati con la scrivente Direzione generale. Trattandosi di una consultazione pubblica, sia pure riservata ai docenti, ai dirigenti scolastici e ai responsabili delle scuole paritarie, e volendo garantire una effettiva e concreta efficacia dell'intero processo di partecipazione, si ritiene utile fornire i seguenti chiarimenti.

La bozza del RAV oggetto della consultazione è già stata trasmessa alle istituzioni scolastiche con la nota del 27 gennaio scorso ed è prelevabile da una delle seguenti pagine web:

- http://www.istruzione.it/snv/allegati/Rav_Infanzia_Invalsi_Miur_18_02_ 2016a.pdf;

- http://www.invalsi.it/invalsi/ documenti/Rav_Infanzia.pdf.

Con la consultazione nazionale, che avverrà tramite un questionario a risposte chiuse disponibile sul sito dell'Invalsi, si chiede alle scuole di esprimersi su alcuni aspetti di merito e di fornire una valutazione utile ai fini di una prima revisione dell'elaborato, inoltre saranno previsti spazi per esprimere considerazioni o osservazioni libere sul testo.

Data la rilevanza della consultazione, si ritiene opportuno che le modalità di compilazione adottate siano condivise dai docenti nei modi e nelle forme che ogni scuola riterrà più opportune. La partecipazione alla consultazione è facoltativa pur sollecitando l'adesione da parte di tutte le scuole. Docenti e dirigenti /coordinatori potranno altresì inviare osservazioni ed esempi particolarmente qualificanti della loro attività valutati va all'indirizzo: infanzia@invalsi.it.

Dopo aver analizzato i risultati della consultazione, l'INV ALSI predisporrà una seconda versione del RA V che verrà concordata con la scrivente Direzione Generale e che sarà utilizzata per una successiva sperimentazione in un campione di scuole, mentre l'utilizzo del RAV per tutte le scuole dell'infanzia è previsto a partire dall'anno scolastico 2017/18.

 

Allegato -Indicazioni tecniche

Prima di accedere al questionario della consultazione, l'INVALSI trasmetterà una email a tutte le scuole dell'infanzia allo scopo di confermare i dati anagrafici dell'istituzione. Le scuole che non abbiano ricevuto la email entro il 5 settembre 2016, devono comunicarlo all'INVALSI all'indirizzo: infanzia@invalsi.it.

Per accedere alla compilazione del questionario di consultazione, le scuole devono utilizzare i codici di accesso che INVALSI invierà a ciascuna scuola con apposita mail entro il 14 settembre 2016 insieme al link dal quale accedere alla consultazione. I codici saranno inviati all'indirizzo di posta elettronica della scuola indicato all'atto della conferma dei dati anagrafici. Le istituzioni scolastiche, dopo l'accreditamento e secondo le modalità sopra richiamate, potranno procedere alla compilazione del questionario dal 15 al 30 settembre 2016. Dopo tale termine non sarà più possibile accedere al sito della consultazione nazionale.

Il questionario di consultazione è scaricabile in formato pdf da portale della valutazione del MIUR: http://www.istruzione.it/snv/index.shtml e dall'area riservata del sito dell'INVALSI: http://www.invalsi.it/snv/ per fame oggetto preliminare di conoscenza, approfondimento e discussione prima della sua compilazione formale.

Allegato -Questionario

Allegato

Ricerca norme mediante:


Inserire alcuni estremi del documento e fare click su cerca. Verranno forniti un massimo di 150 risultati.

Data:

Inserire i termini da cercare e fare click su cerca

e o frase

Selezionare la voce su cui effettuare la ricerca e fare click su cerca

Carta del Docente