Tu sei qui: Home News 2016 luglio Ripartizione fondo MOF a.s. 2016/2017
Ripartizione fondo MOF a.s. 2016/2017 News    

Ripartizione fondo MOF a.s. 2016/2017

Siglato lo scorso 24 giugno, tra Miur e sindacati, il contratto collettivo nazionale integrativo che definisce i criteri di ripartizione delle risorse finanziarie costituenti il fondo MOF per l'a.s. 2016/17: FIS; funzioni strumentali; incarichi specifici ATA; attività complementari di educazione fisica; ore eccedenti; progetti per aree a rischio; personale comandato.

Con il CCNI 24 giugno 2016 la somma complessiva di € 689,21 milioni, destinata a retribuire gli istituti contrattuali di cui agli articoli 9, 30, 33, 47, 62, 84, 86, 87 del CCNL 2006/2009 del comparto scuola, come modificati dalle successive sequenze contrattuali (MOF), è ripartita come segue.

 

Fondo delle Istituzioni Scolastiche (FIS): € 527.180.000

La quota è assegnata sulla base dei seguenti parametri: punti di erogazione del servizio, posti dell'organico dell'autonomia, posti in organico di diritto del personale educativo, posti in organico dell'autonomia dei docenti della scuola secondaria di secondo grado.

 

Funzioni strumentali: € 55.240.000

Il calcolo, per ogni istituzione scolastica, comprende:

  • una quota base spettante a tutte le tipologie di scuola, esclusi convitti ed educandati;
  • una quota aggiuntiva spettante ad ogni Istituzione scolastica per ciascuna delle tipologie di particolare complessità organizzativa:  istituti comprensivi,  istituti di istruzione secondaria di Il grado,  sezioni carcerarie, sezioni ospedaliere anche costituite in CPIA,  CTP,  corsi serali,  convitti ed educandati;
  • una quota riferita alla dimensione dell'Istituzione scolastica, definita in base al numero di docenti presenti nell'organico dell'autonomia.

 

Incarichi specifici del personale ATA: € 29.620.000

La quota è distribuita tra le Istituzioni scolastiche in base al totale dei posti in organico di diritto (esclusi DSGA e posti accantonati).

 

Attività complementari di educazione fisica: € 22.150.000

La quota complessivamente disponibile comprende il finanziamento per i progetti di avviamento alla pratica sportiva attribuito in base al numero delle classi, e le risorse per le scuole di titolarità dei docenti Coordinatori di educazione fisica presso gli Uffici scolastici regionali (una sola scuola per ciascuna regione).

Sono finanziati esclusivamente i progetti presentati sull'apposito portale www.campionatistudenteschi.it, con l'indicazione della risorsa prevista per ciascuno di essi, determinata in base al numero delle classi di istruzione secondaria in organico dell'autonomia di ogni Istituzione scolastica. I progetti presentati sono soggetti a validazione preventiva da parte della Direzione generale per lo studente del Ministero che, a tal fine, si avvale delle strutture territoriali, e sono avviati solo successivamente alla predetta validazione.

 

Ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti:  € 30.000.000

La quota base, distinta per tipologia di scuola (infanzia e primaria; secondaria), risulta dal numero dei docenti in organico dell'autonomia.

 

Misure incentivanti per progetti relativi alle aree a rischio, a forte processo immigratorio e contro l'emarginazione scolastica: € 23.870.000

L'importo è così distribuito:

  • € 18.458.933 sulla base di criteri e parametri di tipo sociale, economico, sanitario, culturale, nonché sulla base di altri indicatori, tra i quali quelli relativi alla dispersione scolastica ed agli alunni stranieri, già determinati nelle precedenti contrattazioni;
  • € 5.411.067 alle Istituzioni scolastiche delle regioni che rivelano un incremento dell'indice percentuale dei predetti parametri.

 

Compensi accessori per il personale scolastico ex art. 86 CCNL 2007: € 1.150.000

L'importo è oggetto di un successivo accordo per la definizione dei criteri e dei parametri per l'assegnazione e la ripartizione.

 

Le economie che dovessero eventualmente verificarsi nell'attuazione del contratto sono finalizzate ad incrementare le risorse finanziare delle Istituzioni scolastiche per le seguenti tipologie di spesa: oneri per l'indennità di direzione al sostituto del DGSA (77%); turni notturni e festivi svolti dagli educatori e personale ATA presso i Convitti (19%); indennità di bilinguismo e trilinguismo per le istituzioni scolastiche coinvolte della regione Friuli Venezia Giulia (4%).

    07/07/2016 11:30
    10mar

    Dove va la valutazione: le attese e il decreto legislativo

    San Benedetto del Tronto (AP) - Aula magna Scuola Media Statale Mario Curzi, Piazza Generale Carlo Alberto dalla Chiesa, 1

    18mar

    La didattica e la progettazione per competenze: il curricolo verticale di italiano nella scuola del primo e secondo ciclo d’istruzione

    Napoli, Scuola secondaria statale di I grado “Viale delle Acacie” - Via Puccini, 1

    1apr